18 luglio 2017

 

Novità Mago4 release 1.5

Mago4 presenta la sua ultima release: la ricchissima 1.5 con tante novità in tutti i settori.

A cura dell'Ufficio Marketing

I contenuti principali della release 1.5 di mago4 sono relativi alla Comunicazione Dati Fatture (che completa il CADI), la cui scadenza è prevista per il 18 settembre 2017.

In Mago4 1.5 sono contenute tutte le funzionalità necessarie al completamento dei dati anagrafici, preparazione e controllo del contenuto della comunicazione, in modo da essere pronti in tempo utile all’invio. L’ERP è predisposto in modo da permettere il rilascio di un successivo aggiornamento soltanto per il componente specifico delle Comunicazioni Digitali, senza influenzare la compatibilità dell’attuale release con applicazioni verticali e personalizzazioni. Tale aggiornamento completerà le funzionalità con l'effettivo invio al servizio Digital Hub (direttamente o tramite il prodotto FATEL/CADI), ed è previsto entro il 28 Luglio 2017.

Le novità non mancano nemmeno in area Commerciale / Logistica, nel settore Mago Digital Communication, per una perfetta gestione della firma in Fatturazione Elettronica. Se utilizzi la Fatturazione Elettronica attraverso il servizio Zucchetti Digital HUB sai già quanto la gestione automatica della firma sia un’opzione capace di rendere il processo di invio dei documenti sicuro, veloce ed efficace. Con Mago4 1.5 oggi è possibile usufruire di questo automatismo anche senza disporre della Firma HSM Zucchetti, sfruttando le funzionalità con la propria Firma HSM attivata sul Digital HUB.

Un’altra semplificazione contenuta nella release 1.5 è quella relativa alla possibilità di inserire i dati del cliente/fornitore di un articolo semplicemente accedendo all'anagrafica dell'articolo a partire dall'inserimento al volo. In questo modo per accedere all'anagrafica del cliente o fornitore non dovrai più necessariamente salvare l'anagrafica dall’inserimento al volo per poi rientrare in anagrafica articoli a partire dal menu.

Anche le procedure di magazzino di Mago4 1.5 sono ancora più veloci ed efficienti! Infatti la nuova release del tuo ERP aggiunge due nuovi parametri per l'aggiornamento del Costo di Riga. I metodi tengono conto della valorizzazione non puntuale, dell’attivazione della procedura di consolidamento, delle valorizzazioni LIFO/FIFO, a scatti o media ponderata.

Poteva forse mancare il Warehouse Management System? Ovviamente no, ed ecco allora che Mago4 1.5 cambia la modalità del packing da terminalino. Ora infatti puoi mettere in lista il contenuto della preshipping e di conseguenza dichiarare il contenuto del singolo pack. La modalità packing con lista articoli non solo rende tutto più agevole, ma evita anche errori in fase di imballaggio perché ti aiuta nella selezione degli articoli su cui puoi effettuare il packing.

Ma non finisce qui: le novità riguardano anche il mercato internazionale, con migliorie in area amministrativa per le localizzazioni Ungheria e Romania. In localizzazione Ungheria, Mago4 1.5 prevede la generazione della Dichiarazione 65M che elenca per ciascun cliente e fornitore nazionale tutte le fatture e le fatture a correzione del periodo con importo IVA superiore a 100.000 HUF; per il mercato rumeno sono introdotti una serie di controlli per verificare lo stato fiscale delle anagrafiche clienti/fornitori (relativamente al soggetto IVA, esente o in sospensione), controlli disponibili contestualmente alle anagrafiche e anche tramite report di controllo massivo sulle anagrafiche e sui documenti.

Tutti questi aggiornamenti e i molti altri proposti dalla nuova release 1.5 di Mago4 sono disponibili nella sezione download, in Area Riservata del sito Microarea, dove potrai anche consultare la release note. Ricorda che se il tuo MLU è attivo puoi scaricare gratuitamente gli aggiornamenti, e che è sempre consigliato fare riferimento al tuo rivenditore per effettuare il download e l’installazione. Sei hai dubbi rivolgiti al tuo rivenditore o richiedi informazioni.




novità Mago1.4.1

Recenti aggiornamenti di Mago4 affrontano gli adeguamenti della disciplina relativa allo Split Payment.

A cura dell'Ufficio Marketing

Alcuni aggiornamenti tempestivamente adottati da Mago4 abbracciano il meccanismo dello Split Payment, che dal 1 luglio 2017 amplia la propria sfera applicativa sia per quanto attiene i soggetti acquirenti di beni e servizi, sia per quanto riguarda i soggetti cedenti e prestatori di beni e servizi.

Innanzitutto ricapitoliamo qualche concetto di base. Lo Split Payment è un meccanismo introdotto nel 2015 che prevede che le pubbliche amministrazioni acquirenti di beni e servizi - ancorché non rivestano la qualità di soggetto passivo dell’IVA - versino direttamente all’erario l’IVA loro addebitata dai fornitori. In pratica, l’IVA relativa a un documento emesso nei confronti di un ente pubblico non viene incassata dal soggetto che emette la fattura, e di conseguenza non viene da lui versata in liquidazione IVA.

A partire da Luglio 2017, qualcosa è cambiato rispetto a questa disciplina. Secondo i nuovi commi 1 e 1 bis dell’art. 17-ter, Dpr 633/72, i destinatari del provvedimento si distribuiscono ora in tre grandi insiemi: gli enti e le società appartenenti alla Pubblica Amministrazione, le società controllate dalla Presidenza del Consiglio, dai Ministeri e dagli enti territoriali e le società quotate. Un’altra novità in materia dispone inoltre che siano assoggettate allo Split Payment anche le prestazioni di servizi assoggettate a ritenuta alla fonte: tra queste, la casistica più frequente è quella dei lavoratori autonomi esercenti arti e professioni, che divengono quindi nuovi soggetti obbligati allo Split Payment (in conseguenza dell’abrogazione del comma 2 dell’art. 17-ter del Dpr 633/72).

Mago4 1.4.1 recepisce tali modifiche: l'utente può decidere liberamente, in base alla tipologia del cliente, quando attivare la procedura di Split Payment, che a partire dal 1/7/2017 può essere abilitato in Mago anche in caso di ritenuta d'acconto operata da professionista, e non soltanto se il cliente è di tipo Pubblica Amministrazione.

Per gestire lo Split Payment in Mago4 occorre solo identificare quali sono i clienti soggetti tramite una specifica opzione in anagrafica. Fatto ciò, in base agli automatismi presenti nel programma, i documenti emessi a tali clienti escluderanno l'importo dell'IVA sia nel totale da pagare, sia nella partita. In contabilità verrà generato un giroconto apposito per l'importo di IVA Split Payment e l'IVA di tali documenti non sarà mai conteggiata come esigibile in Liquidazione. È inoltre possibile riportare una specifica dicitura nella stampa dei documenti per contraddistinguerli come interessati dallo Split Payment.

Questo aggiornamento è una delle miglioria contenute nella SP 1.4.1 di Mago4, che è stata da poco rilasciata e seguita immediatamente dalla release 1.5, di cui puoi leggere su questo blog.

Come sempre puoi scoprire tutti gli aggiornamenti consultando la release note in area Riservata del portale Microarea, sezione My Mago4. Inoltre, se hai sottoscritto e mantenuto attivo il servizio di Live Update (M.L.U.) di Mago4, il download degli aggiornamenti è gratuito; ti consigliamo comunque di effettuarlo richiedendo l’intervento del tuo Rivenditore di riferimento. Se il tuo M.L.U. è scaduto chiamaci al numero 800-012573 o richiedi informazioni, e scopri come rimanere sempre aggiornato.




Legge di Stabilità 2017 agevolazioni

Il Piano Industria 4.0 della legge di Stabilità 2017 definisce misure di super e iper ammortamento per diverse categorie di beni.

A cura dell'Ufficio Marketing

Per il triennio 2017 – 2020 il Governo ha varato il piano Industria 4.0, un progetto da 13 miliardi € per sostenere le aziende italiane nel processo di digitalizzazione e robotizzazione dei sistemi produttivi. Il piano, inserito all’interno della Legge di Stabilità 2017, mira all’attivazione di investimenti per l’innovazione e la competitività da parte delle imprese, supportate a loro volta da misure organiche, tra cui la concessione di incentivi fiscali. In particolare, è possibile effettuare investimenti agevolati in beni materiali strumentali nuovi, beni materiali strumentali nuovi ad alto contenuto tecnologico, beni immateriali. Ecco le tre categorie di beni intesi in chiave Industria 4.0 e le agevolazioni previste per ciascun caso.

Per quanto riguarda i beni materiali strumentali nuovi, è prorogato a tutto il 2017 il super ammortamento del 140%, che permette a imprese e professionisti di maggiorare il costo di acquisto del 40% ai fini della deduzione fiscale delle quote di ammortamento.

Quelli appartenenti alla seconda categoria sono definiti dalla Legge di Stabilità come beni finalizzati a favorire processi di trasformazione tecnologica e/o digitale. Per essi è concesso un iper ammortamento del 250%, con cui maggiorare il costo di acquisto del 150% per la deduzione fiscale; da notare che, se il bene materiale è acquistato insieme al software embedded necessario al suo funzionamento, anche il software fruisce dell’iper ammortamento.

La Legge di Stabilità definisce come beni immateriali funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale i software, sistemi e system integration, piattaforme e applicazioni: per il loro acquisto è concesso un super ammortamento del 140%, usufruendo quindi di una maggiorazione del 40% per la deduzione fiscale. Ciò a patto che l’impresa si serva dell’iper ammortamento al 250%, ma indipendentemente dal fatto che i software siano o meno riferibili al bene materiale agevolato.

Per fruire degli ammortamenti, il bene deve essere interconnesso, cioè deve scambiare informazioni con sistemi interni o esterni per mezzo di un collegamento basato su comprovate specifiche (ad es. TCPIP, HTTP, MQTT), e deve essere identificato univocamente (ad es. via indirizzo IP). Le agevolazioni necessitano anche di una dichiarazione da parte del legale rappresentante o (se il valore del bene supera i 500mila €) di una perizia tecnica giurata rilasciata da un professionista o ente accreditato, che attesti la sussistenza dei requisiti. Gli incentivi fiscali sono ammessi per investimenti effettuati entro il 31 dicembre 2017, o entro il 30 giugno 2018 - a condizione che al 31 dicembre 2017 il relativo ordine sia accettato e sia stato pagato almeno il 20% del costo di acquisizione.

Con comunicato stampa circolare 4/E, l’Agenzia delle Entrate fornisce alcune indicazioni per dubbi di carattere tributario e tecnico su super e iper ammortamento: è possibile per esempio verificare con parere tecnico del MISE l’ammissibilità all’agevolazione, interpellare l’Agenzia delle Entrate su dubbi di natura tributaria, o acquisire autonomamente il parere tecnico del MiSE in merito all’appartenenza dei beni immateriali all’agevolazione al 140%.

Le imprese che operano nell’ambito industriale e manifatturiero troveranno una notevole opportunità per migliorare i processi aziendali tramite l’acquisto dei beni indicati, tra cui rientrano moltissime soluzioni Zucchetti. Tra quelle interessate dal super ammortamento 140% per beni immateriali, troviamo soluzioni di business intelligence e analytics, gestione manutenzione impianti e macchinari, monitoraggio e analisi consumi energetici, applicazioni IOT, software e sistemi per la protezione di reti e dati e, naturalmente, software per la gestione della produzione e della logistica ed Enterprise Resource Planning come Mago4.

Ma non è tutto. Nella galassia Zucchetti troviamo i sistemi e dispositivi hardware per la sicurezza, il controllo accessi, la rilevazione presenze, la raccolta dati di produzione, intesi come beni strumentali materiali nuovi, anch’essi quindi oggetto del super ammortamento 140%; mentre nell’iper ammortamento 250% rientrano i sistemi e le stampanti 3D forniti dal Gruppo oltre a beni, macchine e sistemi cui Zucchetti può integrare i suoi progetti di safety, security, efficienza energetica e ambientale, controllo tecnico manutentivo, gestione produzione, ecc.

Il Piano Industria 4.0 comprende anche altre significative misure, tra cui vale la pena menzionare la Nuova Sabatini, che mira a sostenere – attraverso un contributo in conto interessi dal 2,75% al 3,57% in caso di investimenti in tecnologie industria 4.0 - micro, piccole e medie imprese di qualsiasi settore merceologico che richiedono finanziamenti bancari per investimenti in nuovi beni strumentali, macchinari, impianti, attrezzature di fabbrica a uso produttivo e tecnologie digitali (sia hardware che software). Tale beneficio è cumulabile, tra l’altro, con iper e super ammortamento. Anche in questo caso Mago4, l’ERP specializzato in PMI può rappresentare un investimento interessato dalla misura.

Per maggiori dettagli sul Piano Industria 4.0, è possibile consultare le Linee Guida del Ministero dello Sviluppo Economico. Puoi inoltre esaminare l'offerta Zucchetti per il settore Industria su www.software-industria.it




Caso di successo Serigrafia

Tecnologia all’avanguardia e gestione aziendale ottimizzata con l’ERP Mago: il caso di SAC Serigrafia.

A cura dell'Ufficio Marketing

SAC Serigrafia si occupa da oltre 50 anni di un aspetto cruciale della personalizzazione dei prodotti: realizza loghi in alto spessore, etichette resinate, etichette 3D e stampe su materiali con l’impiego delle tecnologie più all’avanguardia in serigrafia. Nella sua vasta esperienza ha sviluppato progetti per settori eterogenei, dall’industria alla pubblicità, dal settore automotive a quello dell’arredamento, non limitandosi semplicemente a rispettare le esigenze in fase produttiva, ma anticipandole con un laboratorio di ricerca e sviluppo, e soddisfacendole anche dopo, con un attento servizio post vendita.

L’azienda si è affidata all’ERP Mago dapprima per ottenere una decisa razionalizzazione in ambito amministrativo, passando quindi ad adottare la soluzione anche per una più efficace gestione dell’area commerciale e produttiva.

L’esigenza primaria di SAC Serigrafia era infatti ottimizzare la gestione degli ordini e del magazzino, disponendo contemporaneamente degli strumenti più adeguati ad analizzare le vendite e gli andamenti finanziari dell’azienda. Nell’area commerciale, poi, la necessità di SAC era quella di creare una sorta di filo conduttore che facilitasse la rintracciabilità di tutti i documenti, dall’offerta al preventivo, fino all’ordine. Il settore produttivo necessitava inoltre di monitorare i processi in tempo reale e allo stesso tempo di adottare logiche affini alla filosofia Lean, che consente di produrre in modo più rapido e contenere gli sprechi.

Con Mago, l’azienda ha trovato la gestione ottimale delle fasi commerciali, amministrative e produttive, ora integrate e omogenee, e ha potuto semplificare l’intero processo: dalla richiesta da parte del cliente, elaborata e tradotta in offerta, alla fatturazione dell’ordine, passando attraverso la formulazione del preventivo e la gestione dei vari stage produttivi. I-Tech, il Platinum Partner Microarea che ha seguito SAC Serigrafia nell’implementazione della soluzione ERP ha seguito costantemente l’azienda, fornendo assistenza qualificata e finalizzata a rendere l’azienda sufficientemente autonoma nella gestione dell’intero processo. Il ruolo di I-Tech è stato determinante e per procedere in modo uniforme e sequenziale, dall'installazione al passaggio dei dati fino alla personalizzazione in funzione delle specifiche esigenze, offrendo formazione e assistenza complete.

I principali vantaggi rilevati in conseguenza del pieno utilizzo di Mago sono individuati principalmente nell’invio automatizzato di e-mail, utile per i moduli di offerta al cliente e conferma dell’ordine, che permette di bypassare l’operazione di salvataggio manuale e l’invio del documento in allegato, sintetizzando il tutto in un’unica operazione automatica: un notevole vantaggio in termini di tempi e abbattimento di possibili errori. Un altro punto di sicura forza è la personalizzazione della reportistica: con i suoi strumenti, Mago permette di adeguare tutti i moduli (distinta, offerta, preventivo, ordine, DDT) alle esigenze del sistema organizzativo di SAC Serigrafia.

Quello di SAC Serigrafia è uno dei tanti casi di eccellenza supportati da Mago, un gestionale talmente flessibile da trovare impiego in un vastissimo spettro di realtà. Uno dei migliori modi di conoscere Mago, e capire come possa fornirti una soluzione specifica per le tue esigenze, è conoscere come il software gestionale ERP è usato da altri. Le Storie di Successo che puoi leggere sul portale Microarea sono solo alcuni esempi…se non trovi un caso adatto alla tua realtà, contattaci: i nostri specialisti sapranno guidarti al meglio.




Visti da Vicino

L’area Manufacturing di Mago4 offre varie opportunità per lavorare con i criteri di valorizzazione puntuali, incontrando diverse esigenze e differenti modi di lavorare delle aziende.

A cura dell'Ufficio Marketing

Da sempre in Mago4 è possibile attribuire un valore alla propria merce di magazzino, grazie alla possibilità di scelta tra una vasta gamma di possibili metodi di valorizzazione.

Tutte le funzionalità di magazzino di Mago4 permettono infatti un’indagine a trecentosessanta gradi dell’articolo in questione che a seconda delle esigenze può assumere un valore in base, per esempio, all’ultimo costo di acquisto, a quello medio, al costo standard attribuito, a quello FIFO-LIFO dell’anno, o ancora desunto con metodologia puntuale. Tale valore rappresenta anche la base per la determinazione integrata dei costi di produzione.

Per velocizzare sempre di più la gestione del magazzino fiscale e la computazione dei costi di produzione, Mago4 sin dal suo debutto propone un miglioramento globale dell’intera gestione dei metodi di valorizzazione puntuale, in particolare della metodologia LIFO-FIFO a scatti continui. La logica di questo snellimento operativo si delinea come una semplificazione dei valori e dei costi desunti durante i cicli produttivi a livello di prodotti finiti, semilavorati e materie prime. Dalla razionalizzazione messa in atto da Mago4 discende un notevole vantaggio in termini di monitoraggio dei corretti costi di produzione, anche in presenza di produzioni che prevedono gerarchie a più livelli di distinte e grossa complessità di progettazione. Il tutto è interamente compatibile con possibili consolidamenti nel periodo che ammettano la costante riorganizzazione e ridefinizione delle sequenze di carico e scarico dei materiali dal magazzino, e che inducano quindi a continui e necessari aggiornamenti dei costi.

Quali sono i vantaggi più evidenti apportati dalla gestione dei costi di produzione proposta da Mago4? Sicuramente coglierai notevoli benefici in termini di monitoraggio e gestione, ma potrai anche usufruire di elevate performance e velocità algoritmica che, nella pratica quotidiana, si traducono in un processo lavorativo fruibile e stabile. Scoprirai anche che i vincoli sono limitati e che è davvero possibile disporre di un’automatica flessibilità di calcolo, unitamente a un successivo, eventuale ricalcolo che si dovesse rendere necessario.

Non solo: come sai, mentre in Italia è permessa una contabilità di magazzino semplificata - che ammette per esempio l’utilizzo del valore medio o standard per la valorizzazione delle rimanenze di fine esercizio - molti Paesi (basti pensare a Polonia e Romania, per esempio) sono obbligati per legge a impiegare i metodi di valorizzazione puntuale a garanzia della gestione e mantenimento nell’esercizio contabile di un vero e proprio magazzino fiscale. È quindi evidente che quanti si trovano a operare sullo scenario globale saranno certamente avvantaggiati dai criteri di valorizzazione puntuali previsti dall’ERP Mago4, che rispondono appieno alla necessità di adeguarsi alle normative in vigore.

Puoi scoprire di più sulle funzionalità Manufacturing di Mago4 finalizzate a razionalizzare i costi di produzione consultando la pagina del sito dedicata, oppure rivolgendoti al tuo rivenditore di riferimento per avere maggiori dettagli. Se vuoi, puoi anche compilare il form di richiesta informazioni: sarai ricontattato al più presto!




Zucchetti Smart Touch

Un innovativo servizio di self ordering sviluppato da Zucchetti Smart Touch arricchisce la piattaforma cloud di Vodafone dedicata a professionisti, PMI e grandi aziende.

A cura dell'Ufficio Marketing

Il Gruppo Zucchetti continua a crescere nel mercato della ristorazione: Zucchetti Smart Touch, società del gruppo, ha sviluppato SmartTouch Menu, un sistema di self ordering di prossimità grazie al quale i clienti di bar, ristoranti, pizzerie ecc. possono effettuare direttamente dal tavolo le proprie ordinazioni, in modo semplice e intuitivo.

Vodafone ha deciso di inserirla nel nuovo app store Vodafone Digital Marketplace: una piattaforma cloud che mette a disposizione di professionisti, PMI e grandi aziende un’ampia gamma di soluzioni digitali per il mercato business.

SmartTouch Menu è un sistema composto da un'app mobile per Android e iOS e da una piattaforma cloud che permette agli esercenti del settore HORECA, del turismo e dell’intrattenimento di far ordinare ai clienti bevande, piatti e servizi attraverso il proprio smartphone anche quando si trovano in loco. Tutto questo rappresenta un formidabile strumento di ottimizzazione del lavoro e di real-time marketing, perché permette al gestore dell'esercizio di conoscere gusti e abitudini della clientela e di creare così promozioni ad hoc. D’altro canto il vantaggio per l’utente che sceglie di attivare SmartTouch Menu dal marketplace di Vodafone consiste nella velocità e nella piena autonomia per la fruizione del servizio, dal momento che sono stati automatizzati tutti i processi direttamente all’interno della piattaforma.

Ancora una volta Zucchetti e le società del Gruppo dimostrano una salda vocazione all’innovazione, come confermato dal riconoscimento già ottenuto dalla soluzione, premiata come “Innovazione dell’anno” al Barawards 2015.