Piano industria 4.0 2018 - 2020

La Finanziaria 2018 prevede anche la proroga del Piano Industria 4.0. Il tuo ERP è già allineato per consentirti di cogliere ogni opportunità.

A cura dell'Ufficio Marketing

La Legge di Bilancio 2018 rafforza ulteriormente gli strumenti previsti dal Governo per il piano Industria 4.0: sono infatti stanziati altri 10 miliardi di euro per continuare a supportare gli investimenti innovativi delle imprese italiane nel triennio 2018 – 2020, con un'estensione dei software che possono godere delle agevolazioni fiscali.

La proroga degli ammortamenti allunga la possibilità di utilizzare gli incentivi incontrando le richieste di tutta la realtà imprenditoriale. Per il super ammortamento – che passa dal 140% al 130% - , gli investimenti devono essere effettuati entro il 31/12/2018 oppure entro il 30/06/2019 a condizione che entro fine 2018 sia stato effettuato l’ordine con pagamento pari almeno al 20%. Per l’iper ammortamento al 250% l’investimento può essere effettuato entro fine 2019 a condizione che entro il 31 dicembre 2018 sia stato effettuato l’ordine con pagamento pari almeno al 20%.

All’interno del piano governativo vi sono anche importanti investimenti sul fronte del capitale umano, rivolti tanto alla formazione su tecnologie 4.0, quanto all’incremento degli studenti in Istituti Tecnici Superiori. È inoltre istituito il Fondo per il capitale immateriale competitività e produttività, con l’obiettivo di finanziare progetti di innovazione; viene rifinanziata la nuova Sabatini (finanziamenti agevolati alle PMI per l’acquisto di macchinari nuovi) con un occhio di riguardo agli investimenti in tecnologie come Big Data, Cloud, banda ultralarga, security, robotica, realtà aumentata, manifattura 4D, RFID e sistemi di tracciamento rifiuti. Infine, il Piano straordinario Made in Italy stanzierà nel triennio 230 milioni per aiutare le aziende a penetrare e essere competitive sui mercati esteri.

Piano triennale Industria 4.0

Mago4 c’è…e ti supporta nel cogliere queste opportunità: l’ERP non solo rientra tra le agevolazioni fiscali del Piano Industria 4.0 (qui i dettagli della certificazione), ma nella sua parte dedicata alla gestione Amministrativa ti permette anche di operare aderendo già alla proroga del piano Industria. L’ERP Mago4 è stato infatti prontamente modificato per posticipare al 31/12/2018 la fine periodo del controllo di validità della data documento di acquisto per i cespiti "Extra deduzione fiscale".

Mago4 risponde anche ad altre esigenze dell’Industria 4.0 con soluzioni e percorsi formativi che possono supportare i tuoi progetti, approfittando al meglio delle agevolazioni. Inoltre l’ERP Mago4 è un prodotto con un’altissima vocazione internazionale e un’apertura ai mercati esteri che sposa appieno i principi di competitività globale e internazionalizzazione individuati dalle analisi come principali elementi di crescita.

Nelle stesse parole del Governo, infatti “innovazione, formazione e internazionalizzazione sono le leve giuste per sostenere l’industria e creare benessere sociale e occupazione".




Legge di Stabilità 2017 agevolazioni

Il Piano Industria 4.0 della legge di Stabilità 2017 definisce misure di super e iper ammortamento per diverse categorie di beni.

A cura dell'Ufficio Marketing

Per il triennio 2017 – 2020 il Governo ha varato il piano Industria 4.0, un progetto da 13 miliardi € per sostenere le aziende italiane nel processo di digitalizzazione e robotizzazione dei sistemi produttivi. Il piano, inserito all’interno della Legge di Stabilità 2017, mira all’attivazione di investimenti per l’innovazione e la competitività da parte delle imprese, supportate a loro volta da misure organiche, tra cui la concessione di incentivi fiscali. In particolare, è possibile effettuare investimenti agevolati in beni materiali strumentali nuovi, beni materiali strumentali nuovi ad alto contenuto tecnologico, beni immateriali. Ecco le tre categorie di beni intesi in chiave Industria 4.0 e le agevolazioni previste per ciascun caso.

Per quanto riguarda i beni materiali strumentali nuovi, è prorogato a tutto il 2017 il super ammortamento del 140%, che permette a imprese e professionisti di maggiorare il costo di acquisto del 40% ai fini della deduzione fiscale delle quote di ammortamento.

Quelli appartenenti alla seconda categoria sono definiti dalla Legge di Stabilità come beni finalizzati a favorire processi di trasformazione tecnologica e/o digitale. Per essi è concesso un iper ammortamento del 250%, con cui maggiorare il costo di acquisto del 150% per la deduzione fiscale; da notare che, se il bene materiale è acquistato insieme al software embedded necessario al suo funzionamento, anche il software fruisce dell’iper ammortamento.

La Legge di Stabilità definisce come beni immateriali funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale i software, sistemi e system integration, piattaforme e applicazioni: per il loro acquisto è concesso un super ammortamento del 140%, usufruendo quindi di una maggiorazione del 40% per la deduzione fiscale. Ciò a patto che l’impresa si serva dell’iper ammortamento al 250%, ma indipendentemente dal fatto che i software siano o meno riferibili al bene materiale agevolato.

Per fruire degli ammortamenti, il bene deve essere interconnesso, cioè deve scambiare informazioni con sistemi interni o esterni per mezzo di un collegamento basato su comprovate specifiche (ad es. TCPIP, HTTP, MQTT), e deve essere identificato univocamente (ad es. via indirizzo IP). Le agevolazioni necessitano anche di una dichiarazione da parte del legale rappresentante o (se il valore del bene supera i 500mila €) di una perizia tecnica giurata rilasciata da un professionista o ente accreditato, che attesti la sussistenza dei requisiti. Gli incentivi fiscali sono ammessi per investimenti effettuati entro il 31 dicembre 2017, o entro il 30 giugno 2018 - a condizione che al 31 dicembre 2017 il relativo ordine sia accettato e sia stato pagato almeno il 20% del costo di acquisizione.

Con comunicato stampa circolare 4/E, l’Agenzia delle Entrate fornisce alcune indicazioni per dubbi di carattere tributario e tecnico su super e iper ammortamento: è possibile per esempio verificare con parere tecnico del MISE l’ammissibilità all’agevolazione, interpellare l’Agenzia delle Entrate su dubbi di natura tributaria, o acquisire autonomamente il parere tecnico del MiSE in merito all’appartenenza dei beni immateriali all’agevolazione al 140%.

Le imprese che operano nell’ambito industriale e manifatturiero troveranno una notevole opportunità per migliorare i processi aziendali tramite l’acquisto dei beni indicati, tra cui rientrano moltissime soluzioni Zucchetti. Tra quelle interessate dal super ammortamento 140% per beni immateriali, troviamo soluzioni di business intelligence e analytics, gestione manutenzione impianti e macchinari, monitoraggio e analisi consumi energetici, applicazioni IOT, software e sistemi per la protezione di reti e dati e, naturalmente, software per la gestione della produzione e della logistica ed Enterprise Resource Planning come Mago4.

Ma non è tutto. Nella galassia Zucchetti troviamo i sistemi e dispositivi hardware per la sicurezza, il controllo accessi, la rilevazione presenze, la raccolta dati di produzione, intesi come beni strumentali materiali nuovi, anch’essi quindi oggetto del super ammortamento 140%; mentre nell’iper ammortamento 250% rientrano i sistemi e le stampanti 3D forniti dal Gruppo oltre a beni, macchine e sistemi cui Zucchetti può integrare i suoi progetti di safety, security, efficienza energetica e ambientale, controllo tecnico manutentivo, gestione produzione, ecc.

Il Piano Industria 4.0 comprende anche altre significative misure, tra cui vale la pena menzionare la Nuova Sabatini, che mira a sostenere – attraverso un contributo in conto interessi dal 2,75% al 3,57% in caso di investimenti in tecnologie industria 4.0 - micro, piccole e medie imprese di qualsiasi settore merceologico che richiedono finanziamenti bancari per investimenti in nuovi beni strumentali, macchinari, impianti, attrezzature di fabbrica a uso produttivo e tecnologie digitali (sia hardware che software). Tale beneficio è cumulabile, tra l’altro, con iper e super ammortamento. Anche in questo caso Mago4, l’ERP specializzato in PMI può rappresentare un investimento interessato dalla misura.

Per maggiori dettagli sul Piano Industria 4.0, è possibile consultare le Linee Guida del Ministero dello Sviluppo Economico. Puoi inoltre esaminare l'offerta Zucchetti per il settore Industria su www.software-industria.it




Extra Deduzione Fiscale 2016

La legge di Stabilità 2016 prevede una misura tesa ad incentivare gli investimenti in beni strumentali materiali nuovi.

A cura dell'Ufficio Marketing

Con l’introduzione del cosiddetto Super Ammortamento all’interno della Legge di Stabilità 2016 il governo dispone un’interessante agevolazione fiscale: un maxi ammortamento del 140% del costo del bene ai fini Irpef e Ires. La norma si applica a imprese e professionisti che acquistano (o attivano leasing) di beni materiali strumentali nuovi (o mai usati) nel periodo compreso tra il 15 ottobre 2015 e il 31 dicembre 2016.

Cosa significa? In pratica, al fine di determinare le quote di ammortamento fiscale, il prezzo del bene in oggetto viene considerato maggiorato del 40%. Insomma, se l’acquirente acquista un bene di valore 1000 €, il costo ammortizzabile sarà invece considerato pari a 1400 €, con evidenti vantaggi nella ripartizione del costo sostenuto (in realtà inferiore).

Il Super Ammortamento si applica anche a beni acquistati prima del 15.10.2015, a patto che siano stati consegnati o spediti dopo questa stessa data e di non cederli prima del 31.12.2016; la disposizione non trova però applicazione in riferimento ai beni con coefficienti di ammortamento inferiori al 6,5%, agli acquisti di fabbricati e costruzioni, nonché agli acquisti di alcuni specifici beni di settori particolari.

Grazie alla miglioria introdotta nella SP2 di Mago4 1.0 (e nella release 3.12.7 di Mago.net), puoi gestire appieno questa nuova opportunità in seno agli ammortamenti. Mago infatti ti permette di registrare l'extra deduzione fiscale inserendo un movimento di incremento fiscale e censendo un nuovo cespite Extra Deduzione collegato al bene oggetto del Super Ammortamento. Il sistema effettua controlli automatici sulla correttezza ai fini dell’effettiva deducibilità, in merito alla data di acquisto (valido dal 15.10.2015 al 31.12.2016), al limite minimo di coefficiente di ammortamento (superiore al 6,5%), al tipo di acquisto (nuovo o leasing) e alla presenza di altri cespiti Extra Deduzioni Fiscali collegati.

Inoltre Mago tiene conto del fatto che la deduzione del 40% si effettua extra contabilmente (tramite una variazione in diminuzione nel modello Unico), per cui le quote di ammortamento calcolate per il Super Ammortamento non devono essere registrate in contabilità.

La gestione del Super Ammortamento è una delle migliorie apportate dalla nuova SP2 di Mago4: scoprile tutte consultando la sezione dedicata in area riservata.



Ricerca





Conosci l'Azienda

Maggiori Informazioni


"La base applicativa su cui sviluppare nuovi progetti"

Maggiori Informazioni

"La piattaforma per creare applicazioni flessibili e robuste"

Maggiori Informazioni