novità Mago1.4.1

Recenti aggiornamenti di Mago4 affrontano gli adeguamenti della disciplina relativa allo Split Payment.

A cura dell'Ufficio Marketing

Alcuni aggiornamenti tempestivamente adottati da Mago4 abbracciano il meccanismo dello Split Payment, che dal 1 luglio 2017 amplia la propria sfera applicativa sia per quanto attiene i soggetti acquirenti di beni e servizi, sia per quanto riguarda i soggetti cedenti e prestatori di beni e servizi.

Innanzitutto ricapitoliamo qualche concetto di base. Lo Split Payment è un meccanismo introdotto nel 2015 che prevede che le pubbliche amministrazioni acquirenti di beni e servizi - ancorché non rivestano la qualità di soggetto passivo dell’IVA - versino direttamente all’erario l’IVA loro addebitata dai fornitori. In pratica, l’IVA relativa a un documento emesso nei confronti di un ente pubblico non viene incassata dal soggetto che emette la fattura, e di conseguenza non viene da lui versata in liquidazione IVA.

A partire da Luglio 2017, qualcosa è cambiato rispetto a questa disciplina. Secondo i nuovi commi 1 e 1 bis dell’art. 17-ter, Dpr 633/72, i destinatari del provvedimento si distribuiscono ora in tre grandi insiemi: gli enti e le società appartenenti alla Pubblica Amministrazione, le società controllate dalla Presidenza del Consiglio, dai Ministeri e dagli enti territoriali e le società quotate. Un’altra novità in materia dispone inoltre che siano assoggettate allo Split Payment anche le prestazioni di servizi assoggettate a ritenuta alla fonte: tra queste, la casistica più frequente è quella dei lavoratori autonomi esercenti arti e professioni, che divengono quindi nuovi soggetti obbligati allo Split Payment (in conseguenza dell’abrogazione del comma 2 dell’art. 17-ter del Dpr 633/72).

Mago4 1.4.1 recepisce tali modifiche: l'utente può decidere liberamente, in base alla tipologia del cliente, quando attivare la procedura di Split Payment, che a partire dal 1/7/2017 può essere abilitato in Mago anche in caso di ritenuta d'acconto operata da professionista, e non soltanto se il cliente è di tipo Pubblica Amministrazione.

Per gestire lo Split Payment in Mago4 occorre solo identificare quali sono i clienti soggetti tramite una specifica opzione in anagrafica. Fatto ciò, in base agli automatismi presenti nel programma, i documenti emessi a tali clienti escluderanno l'importo dell'IVA sia nel totale da pagare, sia nella partita. In contabilità verrà generato un giroconto apposito per l'importo di IVA Split Payment e l'IVA di tali documenti non sarà mai conteggiata come esigibile in Liquidazione. È inoltre possibile riportare una specifica dicitura nella stampa dei documenti per contraddistinguerli come interessati dallo Split Payment.

Questo aggiornamento è una delle miglioria contenute nella SP 1.4.1 di Mago4, che è stata da poco rilasciata e seguita immediatamente dalla release 1.5, di cui puoi leggere su questo blog.

Come sempre puoi scoprire tutti gli aggiornamenti consultando la release note in area Riservata del portale Microarea, sezione My Mago4. Inoltre, se hai sottoscritto e mantenuto attivo il servizio di Live Update (M.L.U.) di Mago4, il download degli aggiornamenti è gratuito; ti consigliamo comunque di effettuarlo richiedendo l’intervento del tuo Rivenditore di riferimento. Se il tuo M.L.U. è scaduto chiamaci al numero 800-012573 o richiedi informazioni, e scopri come rimanere sempre aggiornato.